In­te­gra­zio­ne di per­so­ne af­fet­te da di­stur­bi psi­chi­ci

Rapporto annuale21 Giugno 2019

I corsi di perfezionamento professionale per case manager e ispettori sinistri mirano a promuovere la reintegrazione di persone affette da disturbi psichici. Anche nel 2018 l'ASA ha svolto diversi corsi.

Il reinserimento di persone affette da disturbi psichici rappresenta una grande sfida. Per questo motivo, dal 2014 l'Associazione Svizzera d'Assicurazioni ASA organizza dei corsi sotto la vigilanza del gruppo di lavoro «danni a persone e reintegrazione» e del medico capo ASA. I corsi sono tenuti da psichiatri e psicologi del lavoro con apposita formazione e avvengono sotto forma di workshop. Per questo motivo sono limitati a 18 – 20 partecipanti per corso. Vengono frequentati perlopiù da case manager e ispettori danni degli assicuratori privati, ma possono partecipare anche altri specialisti assicurativi interessati, come pure giuristi.

Nozioni di base delle malattie psichiche

I partecipanti hanno conoscenze molto diverse delle malattie psichiche. Per questo motivo nel corso vengono dapprima spiegate le nozioni di base delle malattie psichiche. Segue una parte con relazioni di specialisti e discussioni di casi concreti dei partecipanti. Durante la discussione dei casi vengono approfonditi i disturbi psichici. Si ottengono inoltre suggerimenti su come affrontare i colloqui con assicurati, medici curanti e datori di lavoro. I tre giorni di corso sono distribuiti su due-tre mesi, in questo modo i partecipanti possono portare avanti i propri casi fino al prossimo incontro applicando i suggerimenti ottenuti. In occasione della giornata di corso successiva possono così presentare le esperienze fatte. Questo modo di procedere va a beneficio di tutti i partecipanti del corso.

Nel 2018 l'ASA ha svolto due corsi di tre giornate nella Svizzera tedesca e anche un corso a Losanna. Per la prima volta si è tenuto un corso di approfondimento di un giorno per chi, in passato, ha seguito il corso di tre giorni. Durante l'approfondimento sono stati rinfrescati i punti principali del corso frequentato, integrate nuove informazioni e conoscenze come pure presentati casi reali.

Mai perdere di vista il reinserimento

Diversi studi indicano che durante i percorsi di cura molti psichiatri danno troppa poca importanza al reinserimento professionale dei loro pazienti.

Si potrebbe affrontare questo problema con un approccio di psichiatria del lavoro. A questo scopo andrebbero considerati quattro ambiti tematici:

  • Accertamenti di psichiatria del lavoro
  • Trattamenti incentrati sulla reintegrazione nel processo lavorativo
  • Consulenza di datori di lavoro ed eventualmente di assicuratori
  • Ricerca e sviluppo nella psichiatria del lavoro

Alcuni istituti psichiatrici danno sempre più spazio a questi ambiti tematici, prassi che secondo il gruppo di lavoro «danni a persone e reintegrazione» va assolutamente sostenuta.