L’ASA so­stie­ne la Con­fe­de­ra­zio­ne nel­la re­vi­sio­ne del­la le­gi­sla­zio­ne in ma­te­ria di sor­ve­glian­za

Contesto06 Novembre 2017

L'ASA sostiene la Confederazione nella revisione della legislazione in materia di sorveglianza per la creazione di un diritto di risanamento e un allineamento del diritto al bisogno di tutelarsi dei clienti. Nell'ambito della revisione l'ASA ha presentato anche proposte per adeguare le richieste in materia di capitale sproporzionatamente elevate.

La revisione LSA è prioritaria

L'Assicurazione Svizzera d'Assicurazioni (ASA) richiede da molto tempo una revisione della legge sulla sorveglianza degli assicuratori (LSA) e dell'ordinanza sulla sorveglianza (OS). È inoltre già intervenuta più volte presso il Dipartimento federale delle finanze (DFF). Ora si annuncia una revisione parziale della LSA. Nel 2016 il Consiglio federale ha incaricato il DFF di elaborare un avamprogetto relativo alla revisione parziale della LSA. Attualmente si stanno occupando attivamente della questione quattro gruppi di lavoro diretti dal DFF, con la partecipazione del settore. La procedura di consultazione è fissata per il 2° trimestre del 2018.

L'ASA presenta numerose proposte

I motivi principali della revisione parziale della LSA e dell'OS sono l'introduzione di un diritto in materia di revisione per le compagnie d'assicurazione, nonché di un piano di regolamentazione e di vigilanza, che deve basarsi sul bisogno di tutelarsi delle diverse categorie di clienti. Dovranno essere esaminati anche altri temi. A causa delle richieste in materia di capitale eccessive in Svizzera in rapporto all'UE (Solvency II), l'ASA chiede l'adeguamento della LSA nel settore nella solvibilità. Ha anche redatto una proposta per un nuovo articolo 9 della LSA. Inoltre, l'ASA propone di abolire i controlli preventivi delle tariffe nell'assicurazione malattie complementare e di rielaborare il termine abuso nella lotta agli abusi. Vede una necessità di revisione anche nella vigilanza dei gruppi e nelle disposizioni penali.

Anche l'OS deve essere sottoposta a revisione nel settore della solvibilità

Nel mese di luglio 2015 l'OS è stata sottoposta a una revisione parziale, che ha permesso di colmare le lacune identificate dall'Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali (EIOPA) nell'ambito del processo di equivalenza con il regolamento per Solvency II dell'UE. Purtroppo in questa revisione parziale non sono state considerate altre importanti richieste del settore assicurativo svizzero. In particolare per quanto riguarda il Test svizzero di solvibilità, l'ASA vede una necessità di modifica, ad esempio nell'ambito della curva dei rendimenti utilizzata, degli scenari, dell'importo minimo, ecc. Proposte riformulate sono state sottoposte al DFF nell'autunno 2016.