Piat­ta­for­ma per re­gres­si

Raccomandazione01 Gennaio 2020

La piattaforma per regressi serve a un'evasione digitale efficiente dei casi di regresso tra le assicurazioni di persone, assicurazioni danni e assicurazioni di responsabilità civile svizzere. 

Aumento dell’efficienza grazie all’evasione digitale di ricorsi assicurativi e alla nuova organizzazione dell'arbitraggio

Per evadere in modo efficiente i ricorsi assicurativi nelle assicurazioni di persone, assicurazioni danni e assicurazioni di responsabilità civile, il settore assicurativo ha sviluppato la piattaforma per regressi che entrerà in funzione il 1° settembre 2021. Per questo progetto è stato determinante constatare che la maggioranza delle controversie in materia di regresso riguarda piccoli importi. Al momento, queste controversie risultano dispendiose in misura sproporzionata rispetto al valore litigioso. Inoltre, a causa della mancanza di una soluzione digitale uniforme, finora si sono verificate numerose interruzioni nel flusso di informazioni, che hanno anche causato inutili costi aggiuntivi. Una nuova organizzazione dell'arbitraggio, avviata con l'introduzione della piattaforma per regressi, serve inoltre a ridurre la durata delle negoziazioni. Gli arbitratori provengono dalle compagnie di assicurazione che partecipano all'arbitraggio. La costante evasione digitale delle controversie in materia di regressi con processi guidati comporta una riduzione dei tempi e dei costi di esecuzione, di cui per finire beneficia la comunità degli assicurati.

Funzioni della piattaforma per regressi

1 Apertura del dossier di regresso

Nella piattaforma per regressi, il ricorrente avvia una richiesta di regresso nei confronti dell’assicuratore di responsabilità civile. È anche possibile trasmettere anticipatamente all’assicuratore di responsabilità civile pure notifiche di regressi per ottenere l’interruzione di una prescrizione.

 

2 Verifica della richiesta di regresso

Dopo la ricezione della richiesta di regresso, l'assicuratore di responsabilità civile verifica innanzitutto se può assegnarla a un caso di sinistro già esistente o a una polizza all’interno della sua comunità di assicurati. Se ciò è possibile, assegna il dossier a uno dei suoi responsabili dei casi, inserendo nella piattaforma per regressi il suo numero di riferimento e altri dettagli. La piattaforma per regressi condivide questi dati con il ricorrente.

 

3 Reazione alla richiesta di regresso

L’assicuratore di responsabilità civile ha a disposizione le seguenti opzioni per reagire a un'azione di regresso:

  • respingere completamente la richiesta nel caso in cui non fosse possibile identificare l'autore del danno in base alle informazioni ricevute dal ricorrente (quest’ultimo ha la possibilità di inviare nuovamente la richiesta alla controparte con migliori dati per l’identificazione dell'autore del danno);
  • riconoscere l’obbligo di prestazione e risarcire completamente la richiesta del ricorrente (la negoziazione termina con l’iscrizione dell’importo concordato nelle liste di pagamento delle compagnie di assicurazione coinvolte);
  • riconoscere in linea di massima l’obbligo di prestazione e trasmettere un’offerta inferiore rispetto all’importo richiesto;
  • rifiutare il proprio obbligo di prestazione.


4 Reazione del ricorrente

Dopo aver ricevuto un rifiuto da parte dell’assicuratore di responsabilità civile (o eventualmente un’offerta inferiore all’importo richiesto) la persona che ha fatto ricorso può procedere nei seguenti modi:

  • accettare l’ultima offerta o l’ultimo rifiuto dell’assicuratore di responsabilità civile;
  • mantenere la richiesta di regresso originale;
  • definire una richiesta di regresso ridotta.

Le possibilità di negoziazione descritte finora si limitano a due scambi per richieste inferiori a CHF 30’000. Il ricorrente è libero di avviare un procedimento arbitrale dopo due rifiuti della controparte (eventualmente in relazione a un’offerta inferiore all'importo richiesto). Il ricorrente ha a disposizione la stessa possibilità se la controparte non risponde alla richiesta di regresso per un periodo di tre mesi. In tal caso, il procedimento arbitrale può essere avviato senza negoziazioni.
Nel caso di richieste di regresso con un importo pari o superiore a CHF 30'000, la limitazione delle negoziazioni a due scambi non è applicabile. Come procedura di escalation il ricorrente ha la possibilità di passare ad una riunione di regresso della direzione in qualsiasi momento. 

Escalation

Arbitraggio

La piattaforma per regressi assegna automaticamente un ulteriore dossier a un arbitratore impiegato da una compagnia non coinvolta nel caso di regresso in questione. Il meccanismo di distribuzione assicura che le compagnie interessate partecipino al trattamento dei casi di arbitraggio in proporzione alla loro quota di mercato.

L'arbitratore ha il diritto di visionare il dossier in questione. Egli valuta i dossier assegnatigli e pubblica la sua decisione sulla piattaforma per regressi in forma anonima (senza indicare i propri dati personali) e anonimizzata (senza indicare i dati personali nella fattispecie e nelle motivazioni) entro 90 giorni.

Dopo la pubblicazione, le decisioni possono essere visualizzate da parte degli arbitratori e di tutti gli utenti operativi sulla piattaforma per regressi, vale a dire tutti i capigruppo, i capi e i responsabili dei casi.

 

Riunione di regresso della direzione

Nel caso di richieste di regresso pari o superiori a CHF 30’000, si prevede tuttora la riunione di regresso della direzione. 
I risultati della riunione della direzione (accordo con importo o nessun accordo) sono registrati sulla piattaforma per regressi. Per le richieste litigiose di CHF 30'00 e oltre, per le quali non si raggiunge un accordo nell'ambito del regresso collettivo, la piattaforma per regressi non prevede quindi un'ulteriore regolamentazione; sono competenti i tribunali statali.

Persone coinvolte sulla piattaforma per regressi e rispettivi ruoli

Alla piattaforma per regressi partecipano le compagnie di assicurazione indicate di seguito. Le compagnie elaborano le richieste di regresso attraverso la piattaforma per regressi e agiscono o come ricorrenti o come assicuratori di responsabilità civile.
Compagnie di assicurazione partecipanti (* entrata in servizio seguirà; ** entrata in servizio aperta):

  • Allianz Suisse Società di Assicurazioni SA*
  • AXA Assicurazioni SA*
  • Basilese Assicurazioni SA*
  • Generali Assicurazioni Generali SA*
  • Helvetia Compagnia Svizzera d’Assicurazioni SA*
  • Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA*
  • Vaudoise Générale, Compagnia d’Assicurazioni SA*
  • Zurigo Compagnia di Assicurazioni SA**

SVV Solution AG gestisce la piattaforma per regressi in Svizzera e agisce quale unica responsabile nella gestione della piattaforma per regressi. SVV Solution AG è una società di servizi dell’Associazione Svizzera d’Assicurazioni ASA. La ti&m AG, con sede a Zurigo (Svizzera), è il gestore di sistema.

Comunicazione dei dati all’estero

Partecipano alla piattaforma per regressi esclusivamente le assicurazioni svizzere. I dati non vengono trasmessi all’estero.

Dati personali

Per ogni dossier, nella piattaforma per regressi sono elaborati i seguenti dati personali dello stipulante / dell’assicurato:

  • nome e cognome *
  • data di nascita
  • indirizzo attuale
  • numero di polizza
  • numero di sinistro

* I dati personali indicati con un asterisco sono obbligatori e devono essere forniti per ogni dossier di regresso.

Per ogni dossier, nella piattaforma per regressi sono elaborati i seguenti dati personali dell’autore del danno:

  • nome e cognome *
  • data di nascita
  • indirizzo attuale *
  • numero di polizza *
  • numero di sinistro *
  • numero identificativo *

I dati personali indicati con un asterisco sono alternativi; è necessario indicare o il nome e cognome con l’indirizzo, il numero di polizza e il numero di sinistro oppure il numero identificativo.

In caso di settori specifici (assicurazione contro gli infortuni e le malattie), può essere necessario allegare ai dossier di regresso i certificati medici, che possono contenere dati personali particolarmente sensibili. Dopo la chiusura del caso, i certificati vengono automaticamente cancellati entro 6 mesi.

Durata dell’archiviazione dei dati

A seconda della tipologia di dati, la durata di archiviazione sulla piattaforma per regressi è diversa. Di norma ci sono le seguenti differenze.

  • Dossier di regresso: conservazione per almeno 10 e massimo 11 anni dalla conclusione delle negoziazioni. Motivo: rispetto dei requisiti della legge sull'IVA e dell’ordinanza sui libri di commercio. 
  • Documenti caricati per il dossier di regresso: questi documenti sono caricati dal responsabile del caso sulla piattaforma per regressi allo scopo di sostenere la sua posizione di negoziazione e vengono scambiati con la controparte. Possono contenere informazioni particolarmente sensibili (immagini mediche di risonanza magnetica, calcolo delle prestazioni basato sul salario, verbali di incidenti, ecc.). La durata dell’archiviazione è di 6 mesi a decorrere dalla conclusione delle negoziazioni.

Esercizio del diritto di informazione

Ogni persona interessata ha un diritto di informazione su tutti i suoi dati registrati sulla piattaforma per regressi: nell’ambito dell'autocertificazione, ogni persona può chiedere se sulla piattaforma per regressi esiste un dossier di regresso che la riguarda. Le richieste per l’autocertificazione devono essere inoltrate per iscritto alle compagnie di assicurazione con le quali sussiste un rapporto contrattuale, allegando una copia di un documento d’identità ufficiale (passaporto, carta d’identità). 

Quando il gestore della piattaforma per regressi (SVV Solution AG, Conrad-Ferdinand-Meyer-Strasse 14, CH-8022 Zurigo) riceve delle richieste di informazioni, le trasmette alle compagnie di assicurazione interessate. Il gestore stesso della piattaforma per regressi non ha accesso ai dati personali.