Leg­ge sul­la sor­ve­glian­za de­gli as­si­cu­ra­to­ri (LSA)

Focus31 Agosto 2020

La procedura di consultazione sulla revisione della legge sulla sorveglianza degli assicuratori (LSA) è terminata il 28 febbraio 2019. La LSA disciplina l’attività di vigilanza della Confederazione sulle imprese di assicurazione e sugli intermediari assicurativi. L'ASA sostiene ampiamente la revisione della LSA sulla base dell’avamprogetto del 14 novembre 2018. Il progetto contiene una serie di miglioramenti rispetto alla legislazione vigente.

L'avamprogetto in consultazione contiene una serie di miglioramenti rispetto alla legislazione vigente. Secondo l’ASA gli aspetti positivi sono i seguenti:

  • la regolamentazione della solvibilità a livello di legge
  • l’introduzione del diritto di risanamento
  • misure di deregolamentazione e chiarimenti

Tuttavia, l’ASA ritiene anche che si rendano necessari dei correttivi e delle integrazioni in diversi punti. Tra cui, ad esempio:

la creazione e garanzia di requisiti di capitale adeguati per la piazza finanziaria svizzera

È importante che la revisione crei le condizioni atte a garantire requisiti di capitale adeguati. La priorità dev’essere quella di salvaguardare la competitività della piazza finanziaria svizzera e gli interessi degli assicurati.

Assicurazione vita

L’assicurazione completa nell’ambito della previdenza professionale è molto apprezzata dalle PMI. Affinché, nonostante l'aliquota di conversione LPP troppo elevata, si possa continuare ad offrire questa soluzione, l'ASA propone un premio per la garanzia della conversione in rendita.

Innovazione

I requisiti normativi per le compagnie di assicurazione sono troppo complessi, per le nuove compagnie dell’ambito InsurTech. Per questo motivo, occorre implementare una categoria di vigilanza «agevolata» creando un contesto innovativo per le microimprese non soggetto ad autorizzazioni.

Garanzia di qualità nella vendita

L’ASA ritiene necessario ancorare nella LSA l’obbligo di dimostrare la formazione e il perfezionamento per gli intermediari assicurativi.

Il messaggio del Consiglio federale, atteso nel l'ottobre 2020, mostrerà in che misura le richieste dell’ASA saranno considerate nei progetti di legge presentati al Parlamento conformemente alla sua risposta nell’ambito della consultazione.