Im­po­sta pre­ven­ti­va: ri­for­ma nel set­to­re del­le ob­bli­ga­zio­ni e dei ti­to­li del mer­ca­to mo­ne­ta­rio

Posizioni30 Gennaio 2019

L’imposta preventiva è un’imposta alla fonte su interessi, dividendi, vincite alle lotterie e determinate prestazioni assicurative. Il sistema nel settore delle assicurazioni si è dimostrato efficace e senza dubbio non deve essere modificato. Per contro, sono necessarie riforme nel settore delle obbligazioni e dei titoli del mercato monetario.

Sono necessarie riforme dell’imposta preventiva nell'ambito delle obbligazioni e dei titoli

I prestiti delle aziende sono essenzialmente detenuti da investitori istituzionali, i quali, a causa dell’imposta preventiva, ripiegano su mercati dei capitali esteri. In seguito a tale imposta i gruppi svizzeri emettono le loro obbligazioni e i loro titoli tramite strutture estere. La creazione del valore aggiunto avviene all'estero. I relativi posti di lavoro vengono trasferiti fuori dai confini svizzeri e la manutenzione di queste strutture esterne creano costi alle aziende elvetiche. Le strutture straniere non sono più attuali e sono in conflitto con le direttive di trasparenza internazionali.

Riforma dell’imposta preventiva basilare per il rafforzamento del mercato svizzero dei capitali

La riforma dell’imposta preventiva avrebbe numerosi effetti positivi :

  • I rifinanziamenti potrebbero avvenire tramite le emissioni dirette sulle borse svizzere.
  • La piazza economica, finanziaria e dei mercati di capitale elvetica verrebbe rafforzata, il commercio in Svizzera rivitalizzato e la base di investitori ampliata.
  • La redditività delle aziende svizzere verrebbe aumentata.
  • Si promuoverebbe l'insediamento di funzioni di tesoreria con posti di lavoro qualificati in Svizzera e di prestazioni di servizio successive in Svizzera.
  • Le deroghe per gli strumenti di finanziamento con capitale di terzi, assorbenti il rischio, delle banche (bail-in bond, i coco bond e i write-off bond) diventerebbero nulle.

L’ASA sottolinea ancora una volta l’urgenza della riforma dell’imposta preventiva nel settore delle obbligazioni e dei titoli del mercato monetario per l’assicurazione, l’intera economia, il mercato dei capitali e la piazza finanziare ed economica svizzera.