Leg­ge sul­la sor­ve­glian­za de­gli as­si­cu­ra­to­ri (LSA)

Focus28 Maggio 2021

La legge sulla sorveglianza degli assicuratori (LSA) disciplina la vigilanza della Confederazione sulle imprese di assicurazione e sugli intermediari assicurativi; nella sua versione attuale è in vigore dal 1° gennaio 2006. Nel corso del tempo è emersa la necessità di adeguamento in vari ambiti. Per questa ragione, su incarico del Consiglio federale, il Dipartimento federale delle finanze si è occupato della revisione, licenziando, il 21 ottobre 2020, il messaggio per una revisione parziale.

La revisione contiene una serie di miglioramenti rispetto alla legislazione vigente. Secondo l'ASA gli aspetti positivi sono ad esempio:

  • la regolamentazione della solvibilità a livello di legge;
  • l’introduzione del diritto di risanamento;
  • le disposizioni per la garanzia di qualità nella vendita.

 

Tuttavia, l’ASA ritiene anche che si rendano necessari dei correttivi e delle integrazioni in diversi punti. Tra questi rientrano i seguenti temi di revisione

Creazione e garanzia di requisiti di capitale adeguati alla piazza finanziaria svizzera.

È importante che la revisione crei le condizioni atte a garantire requisiti di capitale adeguati. La priorità dev’essere quella di salvaguardare la competitività della piazza finanziaria svizzera e gli interessi degli assicurati.

 

Assicurazione vita

Nell'ambito della previdenza professionale ancorando la garanzia della conversione in rendita nella LSA si vuole migliorare la trasparenza per gli assicurati, evitando i sovvenzionamenti trasversali tra processi di rischio e di risparmio grazie a una corretta assegnazione.

 

Innovazione

Il nuovo spazio normativo (esente da autorizzazione), Sandbox, creato quale settore innovativo non deve servire solo alle start-up attive sul mercato, ma anche a istituzioni riconosciute, che sviluppano tali soluzioni innovative. È anche nell'interesse degli assicurati se il settore dà vita a innovazioni, indipendentemente dal fatto che vengano sviluppate da imprese appena fondate o da imprese presenti sul mercato già da tempo.

 

Agevolazioni nella sorveglianza delle attività di "B2B"

La revisione prevede delle agevolazioni nella sorveglianza di attività industriali e inerenti alle «captive». Nell'interesse della sicurezza del diritto e della praticabilità, la definizione dello stipulante professionista è decisiva e ancora da ottimizzare. Inoltre, il diritto in materia di sorveglianza relativo alla riassicurazione, quale mera attività «Business-to-Business», dovrebbe essere maggiormente liberalizzato.

Nell'ambito della consultazione, il Consiglio nazionale ha apportato diversi adeguamenti sostenuti per la maggior parte dall'ASA. Attualmente si attende l'esame preliminare della Commissione dell'economia del Consiglio degli Stati.